Instituto Italiano de Cultura de Madrid 
bandera italiana
Logotipo de los Institutos Italianos de Cultura: mitad de la escultura "esfera grande" de Pomodoro sobre fondo rojoImágen de la pintura "la ciudad ideal" de Piero della Francesca
italiano | novedades
| El Instituto
| Los Eventos
| Aprender el italiano
| La Biblioteca
| Oportunidades
>Los cursos de idioma-
>Cursos de cultura-
>Las becas del Instituto-
>Exámenes y diplomas-
>Estudiar el italiano on line-
>>Material didáctico IIC Madrid-
>Cursos en el área-
>Cursos para extranjeros en Italia-

Material didáctico IIC Madrid

Cultur@.it

Materiali didattici per conoscere l'Italia contemporanea


Un progetto dell'Istituto Italiano di Cultura di Madrid

a cura del IIC Madrid

È noto come gli alunni dei corsi degli Istituti Italiani di Cultura che si avvicinano allo studio dell’italiano come LS siano spinti da un ventaglio di motivazioni assai vario, ma che trova un denominatore comune nell’apprezzamento per l’arte, la musica, l’archeologia, lo stile di vita, la varietà e tipicità delle caratteristiche paesaggistiche ed anche enogastronomiche, e in generale per il patrimonio culturale in senso lato del nostro paese. L’apprezzamento per la cultura italiana si riverbera quindi sullo stesso studio della nostra lingua con valenze positive che vanno ben al di là di quelle implicite nelle funzioni comunicative più semplici. Ciò vale anche nel caso, tutt’altro che infrequente, in cui esistano anche motivazioni intrinseche e integrative, per le quali è desiderabile l’apprendimento della nostra lingua come oggetto in sé, dotato di caratteristiche specifiche suscettibili di generare quello che gli specialisti definiscono come profitto interiore.
Tali motivazioni, ben conosciute a chi opera a contatto con gli alunni di LS, solo recentemente cominciano ad essere considerate in relazione agli studi di linguistica applicata, anche grazie all’estendersi degli studi sulle modalità di acquisizione, sui fattori affettivi e sulle connotazioni emotive ad esse collegate. Sono numerosi gli insegnanti e gli operatori del mondo dell’italiano LS che rilevano quotidianamente la necessità di sviluppare, dalla consapevolezza delle potenzialità di tale realtà positiva, un programma di lavoro didattico solidamente orientato a trarre benefici sul piano dell’approfondimento tanto di quelli che sono stati definiti i nostri giacimenti culturali, come della nostra produzione artistico-culturale più recente.
Per lo più tale attività di mediazione culturale è svolta tenendo presente il solo punto di vista dell’apprendente interno alla realtà italiana, e, più in particolare e ancora recentemente, del giovane discente che parla una diversa madrelingua in quanto immigrato nel nostro paese. Manca dunque per l’insegnante di italiano all’estero quel terreno comune, tipico delle realtà linguistiche veicolari, in cui la lingua-cultura bersaglio è elemento fondante di pratiche didattiche diffuse largamente nel mondo, articolate su vari livelli e contesti, e in costante contatto tra loro.
La traduzione su un piano didattico di tali orientamenti volti ad una integrazione non strumentale tra lingua e cultura, tra apprendimento di abilità, comprensione di contenuti, e fruizione di prodotti culturali, necessita di un lavoro che deve potersi alimentare del più ampio scambio e confronto possibile. La richiesta dei docenti di italiano L2/LS è spesso quella di lavorare mettendo in comune esperienze, capacità e contesti diversi. Proprio la necessità di dar vita a una comunità di apprendimento/insegnamento, così evidente anche nelle esperienze di rete e a distanza, e di scambiarsi idee e materiali, ci ha spinto a pubblicare una piccola selezione di quanto i docenti dell’IIC Madrid hanno recentemente prodotto. La nostra pubblicazione è dunque per noi di auspicio alla creazione di un nuovo modo non solo di insegnare la lingua-cultura italiana, ma anche di apprendere l’italiano nel mondo comprendendo l’Italia di oggi.

 

Introduzione a cultur@.it

Come usare i materiali didattici

a cura di Valentina Ceolini


L’Istituto Italiano di Cultura di Madrid studia da anni nuovi metodi per integrare le tradizionali attività di apprendimento linguistico con contenuti culturali che permettano all’alunno di lavorare sulla lingua e, allo stesso tempo, di toccare con mano la cultura italiana. Infatti, dall’esperienza dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid emerge che molti studenti spagnoli si avvicinano allo studio dell’italiano spinti dalla volontà di approfondire alcuni aspetti culturali, come l’arte e la musica.
Le numerose risorse multimediali offerte da Internet e dalle nuove tecnologie hanno permesso di utilizzare video, interviste, canzoni e altro materiale disponibile in rete per elaborare attività basate su stimoli culturali da utilizzare in classe o per l’apprendimento da casa.
Di qui nasce il progetto cultur@.it, che ha lo scopo di creare materiali finalizzati a integrare il normale programma didattico e di rendere più concreta la cultura italiana all’estero. Tali materiali sono volti a incrementare l’interesse degli studenti e a permettere loro di conoscere aspetti contemporanei dell’Italia relativi alla musica, allo spettacolo, alla televisione, al cinema, all’arte, alla stampa, ecc.
Il modello elaborato si basa sulla proposta, per ciascun tema, di una sequenza di attività che seguono l’impostazione didattica convenzionale (motivazione, input, analisi, sintesi) e che mettono l’alunno in condizioni di testare le proprie abilità di comprensione e produzione. Gli input, tanto in fase di motivazione come di analisi sono sempre costituiti da immagini, video o testi autentici relativi al tema proposto, mentre l’elaborazione richiesta agli studenti è costituita da esercizi, domande di comprensione, stimoli per la produzione orale e scritta creati dagli autori del progetto. Gli esercizi, studiati specificatamente a partire dall’input multimediale, possono consistere in esercizi di comprensione, a scelta multipla, cloze, rielaborazione di espressioni idiomatiche, produzione linguistica scritta e orale, ecc.
Attraverso queste attività culturali, quindi, lo studente è in grado non solo di potenziare le proprie abilità linguistiche, di comprensione auditiva e testuale, di produzione orale e scritta e, soprattutto, lessicale, ma anche di far propri importanti aspetti della cultura italiana e significati ad essa collegati.
Inoltre, lo studente, migliorando il suo livello linguistico, riceve input sempre più complessi e approfonditi sulla realtà italiana attuale, sopperendo così alla mancanza del contatto quotidiano e diretto con la lingua e la realtà italiane che gli studenti dell’Istituto Italiano di Cultura hanno indicato come bagaglio difficilmente accessibile dal loro paese di origine.
Rispetto alle aree tematiche, le attività toccano i temi più vari legati all’Italia contemporanea: arte, gastronomia, musica, cinema, società, costume, ideologia, ecc. Alcuni temi sono stati sviluppati per vari livelli linguistici, in modo da poter essere ripresi in più fasi dello studio dell’italiano.
Il modello qui proposto è stato studiato dal settore corsi dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, in collaborazione con il personale docente e altri professionisti dell’insegnamento dell’italiano all’estero ed è stato impiegato nei normali corsi svolti presso lo stesso Istituto, risultando di immediato successo. Con il tempo, è stato poi possibile migliorarne l’efficacia, attraverso una migliore suddivisione dei livelli linguistici, del tipo di abilità linguistica da potenziare e del contenuto.

Si pubblicano qui alcune di queste attività per favorire gli scambi tra l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e gli altri Istituti Italiani di Cultura all’estero, nonché le altre scuole di italiano. Tali attività possono essere efficaci anche nell’ottica dell’autoapprendimento o per integrare a casa le tradizionali attività di apprendimento in classe.
Tutti i materiali si presentano in formato .pdf e sono scaricabili cliccando direttamente sul nome dell’attività. Ogni titolo riporta tra parentesi il livello di conoscenza dell’italiano previsto per il corretto svolgimento degli esercizi, secondo le indicazioni del Quadro Comune Europeo.
L’Istituto Italiano di Cultura ha elaborato, inoltre, una guida didattica per il professore, con le istruzioni per la didattica di ogni attività e le soluzioni degli esercizi. La guida può essere richiesta all’indirizzo e-mail: coordinacursos.iicmadrid@esteri.it.



Materiali

Schede utilizzabili in autoapprendimento e in classe.
Contengono: materiale per l'apprendimento, esercizi, guida e soluzioni

Livello A1

Argomenti: architettura, moda e design, enogastronomia, musica lirica.

Livello A2

Argomenti: cibo e territorio, le invenzioni italiane, il postino, il MAXXI, il patrimonio dell'umanità, la pasticceria napoletana, moda e pubblicità, le strade del vino, l'oro di Napoli, la Ferrari



Livello B1

Argomenti: Musica Jazz, Baciami Ancora,La Nutella, Marcello Mastroianni, Mina 70 Volte Grande


Livello B2

VESPA SESSANT'ANNI (B2)

LA DAMA CON L'ERMELLINO (B2)

LA FAMIGLIA ALLARGATA (B2)

SEPARAZIONI (B2)



Livello C1


FIRENZE (C1)

L'ORO DI NAPOLI - IL GUAPPO (C1)

IL GATTOPARDO (C1)

IL RAGÙ (C1)

LA PRIMA COSA BELLA (C1)

VINCERE (C1)

VESPA PIAGGIO (C1)

PAPARAZZI (C1)

BUON COMPLEANNO MINA (C1)


Agradecimientos:

La realización del proyecto cultur@.it y la publicación del material online, realizados por Barbara Barbaro bajo la supervisión del IIC Madrid, han sido posibles gracias a Carmelo Di Gennaro, Director del Instituto Italiano de Cultura de Madrid.

Un agradecimiento especial a:
Elena Mantovani, coordinadora de las actividades didácticas;
Valentina Ceolini por la publicación, edición y redacción de las actividades;
Noemi Basciu, por la colaboración en la redacción y presentación gráfica;
Antonio Vinciguerra, Carmelina Lonigro, Camilla Vaghi, Federica Favaro, Maria Eugenia Lo Nigro, Cristian Mechini, Matteo Brandi, Maria Paola Lago, Antonio Siragusa, Riccardo Di Nunzio y Donata Gelosa, Maria Laura Bellisario, Carmelo Averna por la colaboración en la realización de las actividades didácticas.
Silvia Lavina, por la supervisión informática.

Nota sobre los derechos de reproducción:

El material aquí publicado podrá usarse sólo para fines didácticos o científicos, citando invariablemente la fuente "Istituto Italiano di Cultura di Madrid" y sin alterar la obra. Queda prohibida la reproducción total o parcial del material para fines comerciales.
Los archivos .pdf de las actividades aquí publicadas están protegidos bajo licencia Creative Commons - CC-BY-NC-ND (Atribución - No comercial - No obras derivadas).

Para conocer los términos de la licencia Creative Commons visite la página http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/deed.es_CO
Para obtener más informaciones acerca del material publicado, visite la página http://www.iicmadrid.esteri.it


Licenza Creative Commons
cultur@.it by Istituto Italiano di Cultura di Madrid is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.iicmadrid.esteri.it.
-

enlace | Mapa | Aviso Legal | Créditos